Coronavirus: parte il progetto “safe zone” per sanificare studi medici con l’ozono

Coronavirus: parte il progetto “safe zone” per sanificare studi medici con l’ozono

In ottica della Fase 2 dell’emergenza Coronavirus, per evitare una ripresa dei contagi e consentire un graduale ritorno alla normalità, parte il Progetto “Safe Zone” che prevede la sanificazione di oltre 100 ambulatori in circa 100 giorni. Un’azione volta a restituire serenità e fiducia nelle zone maggiormente colpite dal virus nell’ultimo mese. «Abbiamo pensato questa iniziativa perché tra gli aspetti critici che interessavano i Medici di Medicina Generale emergeva non solo la necessità di dispositivi di protezione individuale, quali mascherine, tute, guanti, ma anche un intervento che rendesse frequentabili gli stessi studi – sottolinea il professor Claudio Cricelli, presidente SIMG -. Senza un’adeguata sanificazione degli ambienti non è possibile esercitare la nostra funzione e siamo costretti a limitare l’accesso solo ai casi più gravi, senza peraltro che vengano azzerati i rischi di contagio in un contesto così delicato».

L’operazione avverrà tramite generatori di ozono certificati EuOTA (European Ozone Trade Association), un kit informativo sulle norme igieniche e di sicurezza da utilizzare per evitare la diffusione di virus e sulla prevenzione di infezioni, l’erogazione di un corso di formazione a distanza per tutte le Professioni Sanitarie su pazienti con patologie respiratorie croniche e sintomi da Covid-19. Le prime aree interessate sono nelle province di Bergamo e Lodi per la Lombardia, Piacenza e Parma per l’Emilia-Romagna, Padova, Venezia e Verona per il Veneto e Asti per il Piemonte, Savona per la Liguria, Roma per il Lazio, Foggia per a Puglia e Rende per la Calabria.

L’obiettivo è arrivare a sanificare tutti i 60mila studi dei MMG presenti nel nostro Paese. Tutti i cittadini italiani devono essere sicuri della non contagiosità dell’ambiente. La sanificazione mediante l’ozono elimina gli agenti patogeni causa di malattie e infezioni (virus e batteri, poi acari, muffe, protozoi e ogni altra particella potenzialmente nociva) e rigenera l’aria. Secondo l’OMS l’ozono è il gas disinfettante più efficace contro tutti i tipi di microrganismi.


Veglio vini