Abolita la censura cinematografica con un decreto

Abolita la censura cinematografica con un decreto

Il Ministro della cultura Dario Franceschini ha firmato un decreto per abolire definitivamente la censura cinematografica: con questa misura lo Stato non potrà più effettuare controlli ed imporre divieti alle opere artistiche dei registri che potranno così esprimere la loro piena vena creativa.

La Censura cinematografica non ci sarà più

Il decreto voluto dal ministro Franceschini stabilisce che non vi sarà più una censura Cinema: questo significherà che i film potranno uscire in sala senza eventuali limitazioni, né lo Stato potrà imporre tagli o modifiche di qualsiasi tipo al titolo o all’opera cinematografica in sé.

Verrà istituita invece una Commissione per la classificazione delle opere cinematografiche e questa sarà a cura della Direzione Generale Cinema del Ministero della Cultura. Il compito di questa commissione sarà esclusivamente quello di classificare le opere cinematografiche.

abolita la censura cinematografica

I film che hanno subito la censura

;Moltissimi film italiani – e di conseguenza i loro registi- hanno subito la censura cinematografica nonostante oggi siano considerati dei veri e propri cult del cinema.

Pier Paolo Pasolini ebbe numerosi problemi di censura film: l’opera “Accattone” infatti fu vietata al cinema e fu trasmessa solo dopo aver partecipato alla Mostra del Cinema di Venezia.

Ma anche Luchino Visconti ebbe problemi di censura con il suo capolavoro “Rocco ed i suoi fratelli”.

Lascia un commento


Veglio vini