Castello di São Jorge Portogallo: cosa sapere e storia

Castello di São Jorge Portogallo: cosa sapere e storia


play Ascolta questo articolo

Il castello di São Jorge in Portogallo, ovvero San Giorgio in italiano, si trova proprio al centro di Lisbona, nell’antica cittadella medievale, arroccato in cima a una collina dove vennero fondati i primi insediamenti abitati della città che oggi conosciamo.

Anche se non è il monumento più bello da vedere, resta sicuramente quello più emblematico di Lisbona, che merita certamente una visita, anche solo per ammirarne la magnifica vista panoramica sulla città e sul fiume che si gode dal suo belvedere.

Un week end o una vacanza a Lisbona sarà un’ottima occasione per visitarlo.

Castello di San Giorgio a Lisbona: storia

Chi visita il Portogallo non può perdersi la vista del bellissimo monumento ricco di storia. Le prime fortificazioni del Castello di San Giorgio a Lisbona, infatti, risalgono al I secolo a.C., la sua costruzione però è del XI secolo a opera dei Mori, quando venne usato come guarnigione militare e riparo provvisorio per il governatore e i nobili della città in caso di assedio.

Tutti gli edifici furono poi oggetto di un ampliamento per poter ospitare anche il vescovo, gli archivi e la corte reale. Fino al 1500 restò la sede ufficiale del palazzo reale, anno in cui fu poi costruito il Palazzo Ribeira. Poi, successivamente, tra il XVII e il XVIII secolo, ritornò ad avere una funzione militare e difensiva, per poi essere aperto ai cittadini con parchi, giardini e spazi funzionali per servizi nel 1940.

Cosa visitare al Castello di São Jorge

Nel Castello Sao Jorge è possibile visitare attualmente il Mastio, la torre della Cisterna, la torre dell’Avere, la torre di San Lorenzo e la torre del Palazzo. Inoltre, su alcune torri lungo la cinta muraria è possibile ammirare dall’alto la città da diverse angolazioni. Bellissima la vista anche dal Giardino Romantico e dalle terrazze, da cui i visitatori potranno osservare gli elementi architettonici che costituivano l’antica residenza reale del passato. Nella parte più ampia del castello sono invece da visitare i resti delle 3 epoche storiche che ne hanno caratterizzato la struttura. Si tratta appunto delle prime occupazioni del VII secolo a.C., delle rovine islamiche fino ad arrivare al terremoto del 1755. Chi ha abbastanza tempo poi, non potrà perdersi un’altra zona imperdibile, ovvero la Camera Obscura, situata in una delle due torri, dove sarà possibile ammirare l’intera città a 360°, grazie a un sistema ottico di specchi e lenti.

Curiosità sul Castello

Una curiosità molto interessante è che è possibile vedere una piccola porta chiamata Tradimento nella muraglia Nord, da cui entravano e uscivano i messaggeri segreti in caso di pericolo. Inoltre, per chi vuole sapere com’era la città di Lisbona prima del suo devastante terremoto del 1755, potrà ammirare l’illustrazione all’ingresso dell’Esposizione Permanente. Si tratta, infatti, della testimonianza più significativa di com’erano davvero il Palazzo Reale e la città di Lisbona prima del terremoto. Una riproduzione di un disegno del XVI secolo che ancora oggi fornisce dettagli unici. Il castello è stato dichiarato monumento nazionale nel 1910 e i suoi lavori di restauro furono portati avanti tra il 1938 e il 1940.

Come arrivare al Castello

Il castello di Lisbona è collocato all’indirizzo di Rua de Santa Cruz do Castelo 1100-129. È possibile arrivarci anche a piedi, basterà arrivare al quartiere Alfama con ascensori da diverse zone del centro. Per chi invece preferisce spostarsi con i mezzi pubblici, potrà prendere il tram, la metropolitana o il bus. Nel primo caso bisognerà salire sul 28E o il 12E e scendere alla fermata Lg. Portas Sol. Da qui il monumento è a solo 6 minuti a piedi. Con la

metropolitana invece bisognerà scendere a Martim Moniz e percorrere altri 15 minuti a piedi per il Castello. Infine, con il pullman le fermate più vicine sono Castelo e Martim Moniz. Bisognerà salire sull’autobus 737 che parte da Praça do Commercio.

Come e quando visitare il Castello

Se si vuole evitare la folla e i tanti turisti, è meglio evitare l’alta stagione, preferendo periodi più tranquilli. Meglio la mattina presto o nel tardo pomeriggio, in modo da evitare le lunghe file alla biglietteria. Si potrà entrare in particolare nei mesi da marzo ad ottobre dalle 9:00 alle 21:00, mentre da novembre a febbraio l’orario di chiusura sarà alle 18:00. I biglietti potranno essere acquistati presso la biglietteria al di fuori dell’attrazione. Chi non vuole perdere tempo a fare la fila, potrà invece acquistarli comodamente online, anche con un tour iniziale di 15 minuti prima di procedere a esplorare da solo il monumento. L’ultimo ingresso è possibile fino 30 minuti prima dell’orario di chiusura.