Canottaggio non si ferma: pioggia record mondiali e italiani indoor

Canottaggio non si ferma: pioggia record mondiali e italiani indoor

Non tutto lo sport è fermo. è il caso degli eSports, ovvero delle gare virtuali di diverse discipline (dal calcio al ciclismo, dalla Fornula 1 alla MotoGP) che stanno ploriferando, ma anche di alcuni sport indoor. Uno di questi è il canottaggio. L’isolamento per l’emergenza Cotonavirus infatti non ha fermato i più celebrati protagonisti del remoergometro, che continuano a praticare la disciplina in casa propria confrontandosi attraverso computer e demolendo primati.

Prosegue, come in tempi normali anzi probabilmente in maniera più intensa, l’attività degli atleti e degli appassionati dell’indoor rowing che, in casa propria, possono praticare la disciplina utilizzando le macchine della Concept 2, senza mai interrompere gli allenamenti. Tutti (atlete professionisti e non) possono mettersi alla prova, gareggiare contro se stessi e contro gli altri sulle diverse distanze verificando online i tempi da battere. I più celebrati assi della specialità non si sono fatti pregare per andare a caccia di record ed in questi giorni ne sono stati demoliti diversi, tutti regolarmente certificati ed omologati online.

Il primo a scrivere il proprio nome nell’albo dei primati è stato la giovane promessa del remo italiano Gennaro Di Mauro della Canottieri Napoli che, con il tempo di 15’20”3, ha battuto il precedente limite Mondiale della categoria 17-18 anni sulla distanza dei 5000 metri.


Veglio vini