Cala Rossa, la spiaggia più bella di Favignana in Sicilia

Cala Rossa, la spiaggia più bella di Favignana in Sicilia
Ascolta l'articolo

Cala Rossa, una delle spiagge più belle d’Italia, insieme a natura selvaggia, cave di tufo e una cucina unica, sono alcune delle meraviglie che rendono indimenticabile un viaggio a Favignana. Il mare della Sicilia regala scorci mozzafiato. Basta spingersi al largo delle coste di Trapani e visitare Favignana per scoprire una delle più belle isole del Mare Mediterraneo. Favignana, insieme a Marettimo e Levanzo, è una delle isole che compongono l’arcipelago delle Egadi. Un arcipelago che profuma di terra bruciata dal sole, che evoca le atmosfere suggestive dei sentieri sterrati tra cave di tufo e muretti a secco dei campi, dove il bianco accecante della costa calcarea contrasta con il turchese intenso del mare.

Cala Rossa, la storia

La storia del nome è racchiusa in una leggenda che risale al 241 a.C. In quell’anno le sue acque sono state teatro di una feroce battaglia tra Romani e Cartaginesi; è la fine della prima Guerra Punica e si sancisce il dominio di Roma sulla Sicilia. Lo scontro ha causato la morte di moltissimi uomini e si dice che il loro sangue sia arrivato proprio in questa cala dell’isola maggiore delle Egadi. Il ritrovamento di ancore e oggetti militari nei pressi di Levanzo fa pensare però che la battaglia non sia avvenuta esattamente nelle acque antistanti Cala Rossa.

Caratteristiche

Il mare, trasparente e invitante, è abbracciato da una cornice di scogliere che vi corrono tutto attorno e dalle quali si può ammirare il panorama. L’atmosfera è da sogno. La spiaggia è molto piccola e si è formata grazie alle correnti che hanno trasportato la sabbia tra le insenature della costa. Lo spazio per sdraiarsi non è tanto ma intorno ci sono alcuni scogli piatti che permettono di stendersi e rilassarsi godendo di un punto privilegiato da cui ammirare il mare. La forma geometrica e regolare degli scogli ricorda l’attività di scavi che ha caratterizzato l’isola per secoli; tutt’intorno la macchia mediterranea è ancora selvaggia e incontaminata. Alcuni studiosi attribuiscono l’origine del nome al colore rosso ruggine delle rocce di calcarenite che circondano la baia. In occasione delle forti piogge un pò di questa terra scivola in mare e i minerali tingono le acque di rosso.

Cala Rossa, come raggiungerla

Dal centro di Favignana proseguite verso nord fino ad arrivare a una zona panoramica posta sopra spiaggia. Il primo tratto di strada è asfaltato e percorribile in auto. Poi diventa in un sentiero di circa 10 minuti di cammino. Partite dal porto e proseguite sul lungomare tenendo l’isola di Levanzo alla vostra sinistra. Incontrerete una rotonda con un distributore di benzina, svoltate a sinistra e seguite le indicazioni. Sempre dal porto, invece di andare avanti sino al distributore, svoltate a sinistra dove trovate l’indicazione di Cala San Nicola. Arrivate in questa baia splendida e poi tornate indietro di qualche decina di metri per imboccare il bivio per Cala Rossa con l’indicazione. Cala Rossa è raggiungibile anche via mare. Una delle cose da fare a Favignana è quella di concedersi una giornata in barca per raggiungere i punti più belli dell’isola.

Isola di Favignana: come arrivare

Per visitare la splendida spiaggia di Cala Rossa dovrete prima arrivare sull’Isola di Favignana. L’unico modo per raggiungerla è via mare dal porto di Trapani. Le compagnie marittime gestiscono il traffico da Trapani verso Favignana e le altre isole Egadi con traghetti, aliscafi e catamarani; in alta stagione, dato il gran numero di turisti che si recano in questi splendidi luoghi, è meglio prenotare con anticipo. Se avete una vostra barca potrete raggiungere Favignana e ormeggiarvi a Punta Larga.

Cosa vedere sull’Isola di Favignana

Chi va in vacanza a Favignana si ritrova in un luogo di pace, che sembra fuori dal tempo, dove può ammirare paesaggi incantevoli, esplorare l’isola in bicicletta, fare escursioni in barca e a piedi, e prendere il sole su una delle spiagge più belle, Cala Rossa. Già dal vostro arrivo, verrete rapiti dalla bellezza del piccolo porto. Spingetevi fino al punto più alto dell’isola per scoprire l’antico Castello di Santa Caterina, una fortezza normanna realizzata in pietra con lo scopo di baluardo difensivo e di avvistamento.

Quando andare?

Il periodo ideale per visitarla è da maggio a ottobre. Se ami trascorrere le tue vacanze in mezzo a tanta gente, i mesi estivi sono perfetti, ma ricorda che ad agosto Cala rossa è molto affollata. Parti di buon’ora per aggiudicarti la posizione migliore, sia sugli scogli, sia in mare. Arrivare entro le 10 del mattino consentirà di trovare uno scoglio libero o di ormeggiare la barca senza problemi. Maggio e settembre sono i mesi in cui il clima è più mite, le acque sono più fresche e ci sono meno turisti. Non è raro trovare le stesse piacevoli condizioni ad ottobre. Un solo accorgimento, programmate la visita a Cala Rossa quando soffia il vento di Scirocco da sud-est.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.