Benzina, in aumento il prezzo del carburante ai distributori

Benzina, in aumento il prezzo del carburante ai distributori

Il prezzo della benzina è attualmente vicino ai massimi storici, ma sembra non essere finita qui. Ciò riguarda ovviamente anche gasolio, gpl e metano. In questa settimana i rincari hanno portato il prezzo della benzina ad una media di 1,63 euro al litro, la cifra più alta dal novembre 2018. Il gasolio invece arriva mediamente a 1,49 euro al litro. Fare un pieno oggi, quindi, costa circa il 16% in più rispetto ad un anno fa. Parlando in cifre, si tratta di una somma vicina ai nove euro in più per ogni pieno effettuato. Tutto ciò si va ad aggiungere ai rincari già effettuati per quanto riguarda le bollette di luce e gas.

Benzina: ancora rincari

Gli analisti di TD Securities, banca canadese specializzata nei servizi di consulenza per i mercati di capitali, però sono pessimisti per quanto riguarda il futuro prossimo. Sembra appunto che i rialzi non siano finiti e che i prezzi del carburante siano destinati ad aumentare nel corso dell’estate. Ieri, infatti, l’Opec, l’organizzazione dei paesi esportatori di petrolio, non è riuscita a raggiungere un accordo per un futuro aumento della produzione, fondamentale data la grande richiesta sempre in aumento. Il greggio del Mare del Nord, che fa da riferimento per buona parte degli scambi globali, ha ormai superato i 77 dollari al barile e si dice possa arrivare presto ad 80. Il Wti, il petrolio ricavato in Texas, è invece sui suoi valori massimi da oltre sei anni a questa parte. I bei tempi della benzina ad un euro sembrano ormai un lontano miraggio.

Lascia un commento


Veglio vini