Antonio Cassano e le nuove polemiche

Antonio Cassano e le nuove polemiche

Antonio Cassano torna a far discutere, ma stavolta le sue non sono “cassanate”. Semmai pillole di saggezza in un momento molto delicato, con la questione della ripresa del campionato di calcio sul tavolo della Figc e del Governo. «Tornare a giocare? La realtà dei fatti è che non si può tornare in campo, soprattutto per fare 13 partite in 45 giorni, anche ci fossero otto o dieci cambi per squadra – ha sostenuto l’ex fantasista in una diretta su Instagram con Pierluigi Pardo -. Giocare il campionato nell’anno solare come propone Adriano Galliani mi sembra un po’ difficile. Per me il presidente Gravina e tutti gli altri dovrebbero essere uniti nel fermare il calcio».

Cassano ha poi detto la sua su un altro tema molto caldo: il mercato dei calciatori. «Buffon rinnova? Non è una sorpresa. Gigi vuole fare il Mondiale nel 2022, per me giocherà il sesto mondiale. Farà un anno e poi vedrete che continuerà, facciamo una scommessa?». E ancora. «Lautaro? E’ fortissimo, ma per 120 milioni si può anche vendere. Pagato 20, venduto a 120. Fossi ‘Inter mi farei dare 70-80 milioni cash e Arthur, oppure uno tra Lenglet e Umtiti, così avrei un centrale mancino. E poi in attacco prenderei Cavani. Anche a 33 anni è perfetto per Conte per vincere subito. Tra Werner e Griezmann punterei dritto su… Lacazette, il top in coppia con Lukaku».

Quindi il campione barese s’è soffermato sulla vera star assoluta del pallone: Ronaldo, ma non Cristiano. Il brasiliano ex Inter. «Ronaldo è uno solo: il Fenomeno. Chiedete a qualsiasi addetto ai lavori, lui era fuori dal mondo, ha vinto un Mondiale nel 2002 dopo un anno fermo per l’infortunio al ginocchio e quasi vince anche lo scudetto da solo». Infine Cassano ha parlato di sè. «Vado sempre sui giornali perché dico le verità nude e crude. Sto diventando matto senza calcio, tennis e Nba. Mi manca non vedere gli ultimi scampoli di carriera di Federer e Valentino Rossi, ho paura di non vederli mai più. Il taglio rasato a zero? Volevo fare una sorpresa alla mia famiglia, invece Carolina e i bimbi volevano cacciarmi di casa».


Veglio vini