AI made in Italy, progettato un nuovo compilatore quantistico

AI made in Italy, progettato un nuovo compilatore quantistico

Più la tecnologia avanza e più viene sviluppata l’intelligenza artificiale, in grado di essere utile in svariati campi. L’ultima novità del settore riguarda un modello di AI made in Italy che sembra essere più potente di quello elaborato da Google. Per capirci meglio, stiamo parlando di un compilatore di porte logiche basato sul deep learning, ovvero l’apprendimento profondo e automatico delle intelligenze artificiali che si fonda su diversi livelli di rappresentazione. Nello specifico, permetterà di programmare un algoritmo per qualsiasi computer quantistico dopo una sola istruzione. Il progetto è stato studiato dall’Istituto di fotonica e nanotecnologie del Cnr, ma sono intervenuti anche l’Università Statale e il Politecnico di Milano.

AI made in Italy, meglio del modello di Google

Secondo gli esperti, il brevetto italiano sarebbe più avanzato di quello studiato dai colleghi americani di Google. Infatti, il modello dell’azienda di Tim Cook utilizza l’intelligenza artificiale dopo l’addestramento ma solo per una porta logica e ha bisogna di un nuovo intervento ogni volta che ne deve trovare una nuova. Quello italiano invece riesce a costruire le porte logiche multiple dopo un solo addestramento iniziale, che può durare da qualche ora fino ad un paio di giorni. Per testare il progetto, i ricercatori hanno chiesto all’intelligenza di trovare l’ordine per giocare cinque carte, anche con sequenze lunghe centinaia di giocate. Dopo l’addestramento, ci sono voluti solo pochi millisecondi. L’ennesima dimostrazione che la ricerca italiana, se ben finanziata, sa dare i suoi frutti.

Lascia un commento


Veglio vini