A Torino arrivano i primi Bus Autonomi per i malati

A Torino arrivano i primi Bus Autonomi per i malati

Torino città pilota per la sperimentazione della mobilità innovativa: un progetto europeo ha scelto il capoluogo subalpino per offrire il primo servizio di trasporto pubblico a guida autonoma.

Nel 2022, infatti, uno shuttle e un’auto teleguidata saranno in grado di trasportate pazienti con gravi disabilità motorie dalle loro abitazioni ai presidi sanitari di loro competenza. Il progetto sarà reso possibile grazie a parte di un fondo di 36 milioni destinati al progetto Show, che ha per obiettivo la diffusione di massa del trasporto autonomo nelle città.

Torino è stata prescelta per la sperimentazione che avverrà nella zona degli ospedali: in pratica, in base alla richiesta e al mezzo più adatto alle singole esigenze, gli utenti verranno prelevati a casa, o da altri luoghi all’interno del perimetro di sperimentazione, da un mezzo senza conducente e trasportati fino al presidio sanitario.

Al servizio saranno ammessi anche anziani, donne in gravidanza, persone con problemi di deambulazione croniche e non. Nonostante Torino sia già un laboratorio per questo tipo di sperimentazioni, a oggi manca tuttavia una normativa che permetta questo tipo di servizio in condizioni di normale traffico. La ministra per l’Innovazione Paola Pisano ha pertanto assicurato che nel giro di qualche mese il governo emanerà una direttiva specifica.


Veglio vini