Vaccino Moderna in Giappone, sospesi tre lotti

Vaccino Moderna in Giappone, sospesi tre lotti

La campagna vaccinale anti Covid prosegue imperterrita. E non solo in Italia ma in tutto il resto del mondo. Tuttavia, qualche intoppo ogni tanto rallenta il processo. Questa volta è toccato al vaccino Moderna in Giappone. Infatti, la nazione nipponica ha sospeso in via precauzionale più di un milione e mezzo di dosi. Il motivo? Il ritrovamento di sostanze estranee all’interno delle fiale del vaccino, segnalato da diversi centri vaccinali. Ben otto, da cinque diverse prefetture nipponiche. I ministeri della Salute, del Lavoro e del Welfare hanno però affermato di non aver ancora ricevuto segnalazioni di problemi di sicurezza.

Vaccino Moderna in Giappone, le conseguenze dello stop

La casa farmaceutica Takeda, che è responsabile della vendita e della distribuzione del vaccino in Giappone, ha ritirato i lotti sospetti, per un totale di 1,63 milioni di dosi in tre lotti. La stessa Takeda ha annunciato che si metterà al lavoro per evitare che queste sospensioni possano rallentare il traffico e la somministrazione di vaccini anti Covid nel paese asiatico. Ha poi richiesto a Moderna, l’azienda produttrice, di effettuare un’indagine interna per capire i motivi e l’origine delle anomalie nelle fiale. Il governo ha poi invitato a segnalare qualsiasi tipo di irregolarità visibile nelle fiale, per evitare che alcuni composti problematici vengano somministrati alla cittadinanza. Il Giappone fa affidamento su tre diversi vaccini prodotti all’estero e quindi la sospensione non ha causato disagi per il prosieguo della campagna.

Lascia un commento


Veglio vini