Tokyo 2020: a porte chiuse la cerimonia di accensione della torcia

Tokyo 2020: a porte chiuse la cerimonia di accensione della torcia

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 restano confermate, ma l’emergenza Coronavirus ha imposto che la storica cerimonia accensione della torcia olimpica a Olimpia si terrà senza spettatori. Il Comitato Olimpico della Grecia ha vietato anche ai non addetti ai lavori di partecipare alle prove generali. «La cerimonia di accensione della fiamma olimpica si svolgerà senza la presenza di spettatori e solo cento ospiti invitati e accreditati e la prova generale sarà chiusa a spettatori e media» ha specificato il comitato in una nota, mentre Tokyo aveva già fermato la partecipazione di 340 bambini.

È la prima volta dalle Olimpiadi di Los Angeles 1984 che gli spettatori non parteciperanno all’evento. La torcia olimpica verrà accesa giovedì prima che una staffetta di sette giorni che si concluderà con una cerimonia di consegna in Grecia il 19 marzo. Anche nella culla delle Olimpiadi infatti si stanno diffondendo i contagi per Coronavirus, con un primo divieto agli spettatori di assistere ad eventi sportivi per almeno due settimane.

Il sindaco aveva proposto di rimandare la cerimonia tradizionale a maggio perché, come ha scritto Giorgos Georgiopoulos al presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Thomas Bach, «il pericolo di mettere in scena l’accensione della torcia con solo una manciata di spettatori, un numero limitato di funzionari e delegazioni e sotto una nuvola di paura e preoccupazione danneggerà la grandezza e prestigio di questo evento».


Veglio vini