Rapina con la pistola in faccia, paura per il milanista Castillejo

Rapina con la pistola in faccia, paura per il milanista Castillejo

Terribile esperienza per Samu Castillejo. Il giocatore del Mian è stato rapinato a Milano da due ragazzi che gli hanno puntato una pistola in faccia e gli hanno rubato l’orologio. Lo spagnolo non ha riportato ferite, ma è rimasto scosso dall’accaduto, raccontato sui social network. «Ma a Milano tutto a posto? Due ragazzi mi hanno derubato puntandomi la pistola in faccia» ha scritto Castillejo sulla propria storia Instagram. La marea di messaggi preoccupati dei fan l’hanno poi spinto spagnolo a rassicurare tutti con un secondo messaggio: «Ma comunque tutto a posto. Mi hanno portato via solo l’orologio. Io sto bene grazie».

L’attaccante rossonero non è l’unico calciatore ad aver subito rapine negli ultimi anni. Nel 2015 l’allora interista Mauro Icardi fu derubato, sempre a Milano, da due persone in moto mentre stava parcheggiando il fuoristrada: all’attuale centravanti del Psg fu portato via un orologio da oltre 40 mila euro. Di recente ad essere rapinati a mano sono stati alcuni calciatori del Napoli: nell’ottobre del 2018 Arkadiusz Milik ha dovuto consegnare un Rolex da 27 mila euro a due malviventi che gli hanno puntato contro una pistola mentre stava tornando a casa. Stessa disavventura per Lorenzo Insigne, rapinato di soldi e gioielli in pieno centro. È andata meglio invece ad Allan, che si è accorto dell’intrusione dei ladri nella sua villetta di Pozzuoli e ha dato prontamente l’allarme facendo scappare i malintenzionati. Ultimo l’ex juventino Claudio Marchisio: quattro rapinatori sono riusciti a entrare nella sua villa a Vinovo (Torino) e, dopo aver minacciato il calciatore e la compagna, sono fuggiti con gioielli e orologi.


Veglio vini