Rabbia e pianto: Valentino Rossi e Federica Pellegrini positivi

Rabbia e pianto: Valentino Rossi e Federica Pellegrini positivi

Altri due fenomeni dello sport fermati dal Covid-19. Zlatan Ibrahimovic e Cristiano Ronaldo nel calcio, Simon Yates nel ciclismo e Fabio Fognini nel tennis, ecco un uno-due da ko l’Italia che sogna: Valentino Rossi e Federica Pellegrini hanno annunciato la loro positività al Coronavirus. Entrambi hanno avuto la brutta notizia dopo un tampone effettuato per aver avvertito sintomi influenzali. Valentino su Twitter si è detto «triste ed arrabbiato» perché «ho fatto del mio meglio per rispettare il protocollo». La Divina si è presentata in lacrime in un video su Istagram: «Non vedevo l’ora di ricominciare una stagione normale, invece niente. Ieri durante una sessione di allenamento sono uscita perché avevo molti dolori e poi a casa mi è venuto mal di gola. Ovviamente non sono più andata in piscina e ho fatto il tampone: sono positiva al Covid. Mi dispiace un sacco, perché dovevo partire per Budapest, cominciando a gareggiare. Non vedevo l’ora di cominciare una stagione normale, nella normalità delle gare. Cercheremo di prendere il lato positivo della cosa, anche se per ora mi sfugge. Ci facciamo questi dieci giorni di quarantena a casa».

Anche il Dottore è nella sua Tavullia, dove era rientrato domenica dopo la gara di Le Mans e da dove avrebbe dovuto raggiungere la Spagna per il doppio appuntamento sul circuito di Aragon. Martedì ha superato un test, giovedì mattina si è svegliato con ossa doloranti e una leggera febbre e ha avvertito il medico. «Mi ha testato due volte – spiega Rossi -. Il risultato del test rapido è stato negativo, ma il secondo, quello standard, è stato purtroppo positivo». Valentino perderò le due gare consecutive al Motorland. «Le cose stanno così e non posso fare nulla per cambiare la situazione. Ora seguirò il consiglio medico e spero solo di sentirmi bene presto» salita. La Yamaha intanto fa sapere che «non è stato in contatto con nessuna persona attualmente presente al GP di Aragon, inclusi i piloti della VR46 Academy, lo staff di VR46, componenti del team Yamaha MotoGP».