Pasta: ecco le più pazze del mondo: stravolto il mito italiano

Pasta: ecco le più pazze del mondo: stravolto il mito italiano

Dicono sia un’invenzione culinaria asiatica, portata a Venezia nel 1295 da Marco Polo al termine di uno dei suoi viaggi lungo la Via della Seta. Falso: la vera origine della pasta è mesopotamica (1700 a.C.), ma quello che conta è che sia un piatto irrinunciabile per la maggior parte degli italiani, che ne consumano in media 23 kg l’anno. Ma quello della pasta è un successo globale, finanche moda. Con la creazione all’estero di ricette che ne stravolgono il mito. Basta che ci sia la parola pasta o simili. Un fenomeno chiamato Italian Sounding, ovvero la denominazione di prodotti con parole italiane o che ricordano l’italiano per renderli più appetibili. Prodotti che però con la nostra tradizione hanno ben poco a che fare.

La Pasta è Pasta

Nella maggior parte dei paesi la parola “pasta” non viene tradotta. Alcune sue tipologie difficili da pronunciare vengono poi storpiate: succede con le fettuccine e le linguine, a cui gli stranieri sostituiscono la vocale finale chiamandole “fettuccini” e “linguini”. E come la mettiamo con lasagne, gnocchi o tagliatelle? In Inghilterra le penne vengono chiamate “pasta quills”, ovvero “aculei di pasta”, in francese i bucatini sono detti “spaghettis creux”, ovvero “spaghetti cavi”. In Spagna i taglierini si chiamano “tallarines”, gli gnocchi sono detti “ñoquis”, lasagna si traduce con “lasaña” mentre i maccheroni prendono il nome di “maccarrones”. In Germania “parmaschinkentortelloni” indica i tortelloni (al prosciutto di Parma).

Il problema però sono ancor più gli ingredienti. Le ricette, insomma. Negli Stati Uniti uno dei piatti di pasta più apprezzati sono i “maccheroni al formaggio”. Così popolare da essere diventato un sandwich: Mac and Cheese Sandwich, un toast ripieno di pasta al formaggio. In Messico si stanno diffondendo sempre più i tacos spaghetti: tacos ripieni di spaghetti con salsa al pomodoro piccante e polpette. Le penne alla russa sono invece un classico della cucina italo-americana. Anche in questo caso la ricetta è poco “italo” e molto “americana”, visto l’abbondante utilizzo di bacon, panna e vodka. Le ricette della “tradizione”. Nei paesi anglossassoni il classico spaghetto al pomodoro e basilico si chiama Spaghetti Marinara Sauce. Purtroppo viene usato il ketchup. Robicelli’s Bakery, famosa pasticceria di Brooklyn (New York), ha inventato la nutellasagna, ovvero le lasagne alla nutella. Il ragù è un mix della leggendaria crema di nocciole, ricotta e marshmallow. In Inghilterra vanno i ravioli al cioccolato.


Veglio vini