Maurizio Costanzo: «Mi sono vaccinato e sto benissimo»

Maurizio Costanzo: «Mi sono vaccinato e sto benissimo»

«Ho fatto il vaccino otto giorni fa, ai primi di febbraio farò il richiamo». Maurizio Costanzo annuncia di aver fatto il primo passo contro il Covid e la sua diffusione. Il famoso giornalista e conduttore ne ha parlato a “Un Giorno da Pecora”, la trasmissione di Rai Radio1.

«Mi sono vaccinato al Campus Biomedico di Roma – ha raccontato Costanzo -. E’ andata benissimo, me lo ha fatto un infermiere molto bravo e non ho avuto nessuna reazione collaterale. Dobbiamo farlo in modo di farlo tutti il più possibile: l’unico sberleffo che possiamo fare al virus è vaccinarsi».

Maurizio Costanzo, ecco il perchè non si vaccina in diretta tv

Costano ha spiegato perché ha rifiutato di farsi vaccinare in diretta tv, come gli era stato proposto. «Mi sembrava eccessivo. Finché lo fa un virologo di nome è giusto, perché è del ramo». In compenso il marito di Maria De Filippi ironizza su quanti hanno ancora dubbi sul vaccino. «Cosa ne penso? Dico che ci sono perfino i negazionisti del vaccino influenzale…».

Costanzo poi ha parlato della crisi di governo, arrivata in un momento così delicato per il Paese. «Penso che anche il governo si dovrebbe vaccinare – ha scherzato, incalzato da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro -. Renzi è un guastatore di professione, mentre Conte da tempo, a mio parere, avrebbe dovuto fare un rimpasto e rinforzarsi».

Infine Costanzo ha ammesso di aiutare Virginia Raggi, la sindaca di Roma. «Non sono il suo spin doctor, le ho dato soltanto dei consigli. Quale sarà il prossimo? Penso di dirle di fare un festival della canzone romana e di chiamarlo Reginella».

Per prevenire o stoppare polemiche, l’ufficio stampa del giornalista e conduttore ha spiegato in serata che la vaccinazione contro il Covid-19 è avvenuta in anticipo rispetto ai tempi previsti perché legata a pregresse patologie cardiologiche.


Veglio vini