I Kennedy, una tragedia senza fine

I Kennedy, una tragedia senza fine

Sembra non arrestarsi mai la saga tragica di una delle famiglie più famose degli Stati Uniti, quella dei Kennedy. L’evento più noto avvenne il 22 novembre del 1963 quando il quarantaseienne John, presidente degli Stati Uniti da soli due anni, venne assassinato a Dallas. Più avanti il fratello Bob venne assassinato a Los Angeles a soli 42 anni. In seguito altre disgrazie assortite coinvolsero la famiglia.

Ora, all’inizio di aprile, la maledizione che sembra accanirsi ha ripreso vigore. La nipote di Robert, Maeve Kennedy Townsed, passava qualche giorno di vacanza nel Maryland con il figlioletto Gideon di 8 anni, quando un banale contrattempo ha travolto i due in mare. Il bimbo aveva perso la palla, finita in acqua, con la mamma ha cercato di recuperarla e si sono mossi in canoa senza valutare la potenza delle onde, che li hanno travolti.


Veglio vini