Formula 1. Vettel rivela: «Volevo fare l’ingegnere»

Formula 1. Vettel rivela: «Volevo fare l’ingegnere»

Anche Sebastian Vettel fa sentire la sua voce di conforto ai tifosi suoi e della Ferrari nel delicato momento dell’emergenza da Coronavirius. Quello del tedesco è un appello, ma anche un mettersi a disposizione per raccontarsi e quindi alleggerire un po’ la situazione. Come quando, nella chat organizzata dalla Ferrari sul proprio profilo Instagram, svela che se non fosse diventato pilota avrebbe voluto fare l’ingegnere.

«Prima di diventare un professionista e iniziare la mia carriera di pilota – racconta il quattro volte campione del mondo di Formula 1 -, al termine della scuola superiore avevo intenzione di andare all’Università e studiare ingegneria meccanica. Quindi probabilmente è qualcosa che mi piacerebbe fare. Certo, nel frattempo ho sviluppato la passione per tantissimi altri interessi, ma c’è sempre qualcosa che mi affascina nel capire come funzionano le cose». E a un altro fan che ha gli chiesto se si sta dedicando alla sua motocicletta d’epoca, una delle sue passioni, ha risposto così: «Non ancora, mi ci metterò visto che sembra che avremo molto tempo libero. Concentrarsi su dadi e bulloni e lavorare al restauro della moto può essere un buon modo per non impazzire».

Vettel ha poi affrontato la questione delle ultime stagioni ricche più di errori che di soddisfazioni. «Se c’è qualcosa che vorrei dire al giovane Vettel? Non gli darei nessun consiglio, penso che tutto quello che è successo, è successo per una ragione. Mi sento molto fortunato ad aver avuto una carriera come quella che ho avuto fin qui e non penso avrei voluto prendere scorciatoie. Credo che superare i momenti difficili sia un’opportunità che ti rende più forte».

Infine l’appello per combattere il Coronavirus. «Prendete sul serio la situazione, prendetevi cura di voi stessi e delle altre persone, soprattutto di quelle più anziane. Mantenete le distanze, lavatevi le mani. Probabilmente sto dando fin troppi consigli, ma credo che la cosa più importante sia rispettare le altre persone e questo significa tenersi a una distanza di sicurezza dagli altri. Siate responsabili».


Veglio vini