Fammi vedere la tua pelle e ti dirò se non fai sesso da tanto tempo

Fammi vedere la tua pelle e ti dirò se non fai sesso da tanto tempo

Il linguaggio della pelle. Adesso s’è capito che può dire se si fa o meno sesso. Specie l’astinenza, della quale la pelle è una specie di cartina da tornasole. La certezza si è avuta dopo i mesi di lockdown per la pandemia da Coronavirus, che per le persone senza partner in casa ha rappresentato tre mesi di vita senza sesso o contatti intimi. Frustrante.

Come detto, e dimostrato da sessuologi e medici, la pelle lo dimostra. Dopo l’atto sessuale infatti risplende, appare sana e viva. Se invece per tanto tempo non si hanno rapporti intimi la pelle perde luminosità.

«Come altre forme di esercizio fisico, il sesso aumenta il flusso di sangue alla pelle, che dà una carnagione più luminosa – afferma la dottoressa Melissa Piliang, dermatologa alla Cleveland Clinic e Ted Lain -. Fornisce un aumento di ossigeno alla pelle e riduce i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, che può migliorare la produzione di collagene».

Si tratta della proteina che aiuta a mantenere la nostra pelle elastica e liscia. Alti livelli di cortisolo possono danneggiare fisicamente il collagene in modo irreparabile, lasciando cicatrici o rughe sulla pelle. Inoltra la regolazione degli ormoni ossitocina, prolattina ed estrogeni aiuta a prevenire le riacutizzazioni indesiderate dell’acne mestruale.

Più in generale, come spiega la dottoressa Rachel Needle, fare sesso aiuta a dormire meglio, diminuisce il dolore, abbassa lo stress, tiene sotto controllo l’ansia e la depressione. «L’orgasmo rilascia endorfine che possono aiutare a ridurre lo stress, almeno temporaneamente, e portare a sentimenti positivi che ci rendono più felici – sostiene la psicologa e condirettrice dei Modern Sex Therapy Institutes -. Quindi, anche se non stai facendo sesso in coppia, se vuoi continuare ad avere questi benefici, trova il modo di continuare ad avere orgasmi».


Veglio vini