Ferrari Driver Academy: quattro ragazze per un posto

Ferrari Driver Academy: quattro ragazze per un posto

La Ferrari Driver Academy si tinge di rosa. Il programma FIA Girls on Track – Rising Stars, sposato da Maranello, arriva all’attesa sfida finale dopo la sospensione subita lo scorso novembre per il Covid. L’iniziativa, voluta dalla Commissione Women in Motorsport della federazione internazionale, presieduta dall’ex campionessa di rally Michèle Mouton, ha come obiettivo promuovere l’automobilismo femminile e supportare le ragazze di maggior talento di età compresa fra i 12 e i 16 anni nel loro percorso verso una carriera da pilota professionista.

Le quattro finaliste selezionate dagli esperti Fia al termine di un processo in quattro fasi svoltosi prevalentemente al Circuit Paul Ricard, in Francia, sono tornate a Maranello. La positività al Covid-19 di una delle ragazze aveva costretto a sospendere il programma, ma ora le brasiliane Julia Ayoub (15 anni) e Antonella Bassani (14), la francese Doriane Pin (16) e Maya Weug (16), olandese nata in Spagna da madre belga e papà olandese, sono pronte a dare il massimo per conquistarsi un posto nella Ferrari Driver Academy.

Ferrari Driver Academy: i test di valutazione

A Maranello le ragazze saranno protagoniste di alcune giornate di valutazione, nelle quali avranno modo di capire cosa significhi essere allievi dell’Academy. Del programma fanno parte test fisici, prove attitudinali, alcune sessioni di guida al simulatore, attività di comunicazione e anche una serie di lezioni dedicate ai regolamenti sportivi e alla condotta da tenere in pista. Giovedì e venerdì avrà luogo la parte più attesa e importante della selezione, con le ragazze impegnate sul circuito di Fiorano al volante di una vettura di Formula 4 equipaggiata con gomme Pirelli identiche a quelle impiegate nel campionato italiano.

Il camp in Ferrari si concluderà venerdì pomeriggio: a quel punto le ragazze saranno congedate e, nei giorni seguenti, una commissione di tecnici si riunirà per analizzare nel dettaglio tutti i dati raccolti, tanto in pista che nelle varie attività off-track. Verrà quindi fatta la scelta conclusiva e sarà definito chi sarà la più meritevole di diventare la prima allieva della storia della Ferrari Driver Academy.


Veglio vini