Corona positivo ospita il Carlos, la Moric chiama il 112

Corona positivo ospita il Carlos, la Moric chiama il 112

Altra puntata della saga rissaiola tra Fabrizio Corona e Nina Moric, ai cosiddetti ferri corti per la gestione del figlio Carlos. L’ex modella di origini croate ha chiamato i servizi di emergenza dopo che l’ex marito, positivo al Covid da alcuni giorni, ha invitato nella sua casa milanese il figlio Carlos per passare del tempo insieme e allenarsi con lui. Il tutto certificato da alcune Stories su Instagram, dove i due appaiono al “lavoro” durante una sessione di pesi.

Parla la Moric

«Ho appena chiamato il 112 perché Fabrizio Corona, positivo al Covid, ha invitato Carlos a casa, senza che io ne sapessi nulla e adesso bivaccano facendo Stories su Instagram. Fabrizio non rispetta non solo le norme sulla quarantena, ma anche la salute di mio figlio e di tutti coloro che con costoro entrano in contatto – scrive in un lungo post la 44enne Nina Moric -. La polizia mi ha risposto che “non può farci nulla” e che ha fatto “i controlli dalla centrale e di chiamare mio figlio per farlo tornare a casa”. Ma cosa vuol dire? E’ follia pura. E’ per uomini come Corona che il virus si diffonde, seminando anche la morte e purtroppo anche dell’errata ed incoerente applicazione della legge. Siamo tutti a rischio».

Una denuncia fortissima, quella della modella nei confronti dell’ex marito, culmine di accese discussioni pubbliche proprio sul rapporto e l’influenza secondo lei negativa del padre con Carlos. «Un figlio di 18 anni può anche avere l’incoscienza di fare certe cose, ma per un padre di quasi 50 è inammissibile perché sa benissimo che Carlos è un soggetto più a rischio essendo asmatico» la conclusione della Moric.


Veglio vini