Collaboratori motivati: 3 regole per un team vincente

Collaboratori motivati: 3 regole per un team vincente
Ascolta l'articolo

Collaboratori motivati come ottenerli

Alla base di ogni team vincente, esistono sempre dei collaboratori motivati pronti a dare il massimo per la causa aziendale. Dietro ogni team che si rispetti, infatti, abbiamo sempre dei collaboratori motivati che sono pronti a dare il massimo per tutto ciò che riguarda il contesto lavorativo a cui si prestano. La cultura aziendale americana in tal senso, ha avuto modo di fare scuola a tutti i suoi predecessori, facendo si che si ebbe una cultura aziendale sempre più orientata verso i dipendenti.

Sfortunatamente, soprattutto nella maggior parte dei contesti lavorativi del mercato a cui si fa riferimento, la maggior parte degli amministratori delegati o datori di lavoro che siano ignorano totalmente questo aspetto. A nostro modo di vedere commettendo un errore piuttosto grossolano, considerando il fatto che e i dipendenti sono il motore di ogni azienda.

Senza il loro apporto, ci sarebbero dei cali di fatturato i cui danni non si potrebbero contare sulle dita di una sola mano. Con questo articolo, a tal proposito, ci vogliamo rivolgere il proprio a queste strutture, in preda alla fatiscenza, fornendo tre consigli pratici e fondamentali allo stesso tempo, per ottenere dei collaboratori motivati.

La cura dei dipendenti

Un aspetto spesso e volentieri sottovalutato dalla maggior parte dei datori di lavoro, è quello della cura dei dipendenti. Coloro che hanno un’azienda o che ne detengono la proprietà, di fatti, badano sempre meno all’aspetto che riguarda per l’appunto i loro dipendenti. Facendo un ragionamento alquanto banale per quanto riguarda la cultura lavorativa, che prevede un certo successo di per sé.

La maggior parte delle strutture aziendali che al giorno d’oggi funzionano come si deve, infatti, fanno sì che i dipendenti siano sempre messi al centro di qualsiasi tipo di iniziativa, risultando così che ci sia un ambiente stimolante. E allo stesso tempo, un ambiente adatto a poterci lavorare. Un dipendente felice di risiedere in un contesto aziendale che lo metta a suo agio, sarà sicuramente sempre più portato a fare meglio per il bene della sua azienda.

Il che per il datore di lavoro si traduce inevitabilmente in un rapporto molto più ampio di produttività e allo stesso tempo anche di fatturato. Ogni assetto aziendale che funzioni in maniera impeccabile, inoltre, pone al centro dell’attenzione anche quelli che sono i bisogni dei dipendenti.

Ed ecco perché fare domande a loro su come si trovano in azienda, senza ovviamente porre ciò come un ricatto, è un aspetto fondamentale. Questo, per riuscire a capire dove andare a intervenire. Naturalmente, laddove ci siano delle criticità, cosa che a livello statistico è piuttosto probabile un po’ in tutte le aziende esistenti in circolazione.

Collaboratori motivati, incentivi e bonus

Ottenere dei collaboratori motivati, può essere una vera e propria pratica agevole, se si seguono i passaggi descritti in questo articolo. Il secondo passaggio che andremo ad analizzare nel corso di questo paragrafo è quello degli incentivi. Dare un incentivo a qualcuno, a livello psicologico, significa infatti portarlo a fare meglio col fine di avere una ricompensa.

Non a caso, infatti, questi sono stati studi che si sono svolti nei principali ambiti della psicologia e delle scienze mentali in generale. Fin dai primi tempi, dunque, è sempre stato sicuramente un certificato di riuscita. Considerando che gli incentivi hanno delle funzioni ben precise nel nostro sistema nervoso.

Sapendo di ricevere una ricompensa o un premio, infatti, generalmente saremmo molto più portati a fare meglio per la causa che ci viene proposta. E questo, soprattutto a livello lavorativo, sembra essere un principio in grado di funzionare in maniera parecchio soddisfacente. Naturalmente bisogna pur sempre essere in grado di sfruttare questo consiglio, diversamente si riuscirebbero ad ottenere solamente degli scompensi, il che è assolutamente da evitare.

Collaboratori motivati, formazione e affiancamento

Al giorno d’oggi, nel mondo del lavoro, vediamo sempre più figure lavorative che dovrebbero essere dei collaboratori motivati, ma che in realtà sono sempre più abbandonati al loro destino. Questo in quanto i datori di lavoro, giustamente, in questo caso non hanno sempre a disposizione il tempo necessario per poter formare.

E di conseguenza, anche affiancare i loro dipendenti. Naturalmente, questo è un principio che può valere per quelle che sono le grandi realtà, certamente non per la piccola o media impresa del settore. Nonostante questo, si possono comunque ottenere adottare degli stratagemmi per poter colmare questa lacuna che in quanto tale, va assolutamente migliorata.

Un qualcosa che si potrebbe fare, per esempio, potrebbe essere un incontro mensile con tutta la propria struttura aziendale nel quale si parla dei problemi dell’azienda e di come si può cercare di risolverli. Questo potrebbe portare ad ottenere due risultati indispensabili, vale a dire la soddisfazione.

E di conseguenza, la risoluzione di suddetti problemi. Un team di collaboratori motivati, come abbiamo sottolineato nel corso del titolo, è un team vincente. Di conseguenza, è sempre più propenso ad ottenere grandi risultati, naturalmente con il giusto impegno e con la buona dose di fatica necessaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.