Antonio Conte pelato: ecco le foto ufficiali prima e dopo

Antonio Conte pelato: ecco le foto ufficiali prima e dopo

Antonio Conte pelato: perché?

Le ricerche riguardanti un presunto passato di Antonio Conte pelato, sembrano essere una vera e propria fonte di assoluta curiosità da parte di numerosi utenti presenti sul web. Il noto allenatore di calcio, protagonista autentico dello scudetto dell’Inter, pare abbia infatti subito un trapianto di capelli.

L’intervento in questione, neanche tanto sorprendentemente, riguarda numerose personalità popolari nel mondo dello spettacolo. Che si tratti di sport o spettacolo vero e proprio, poco importa in fin dei conti. Ciò che è rilevante sapere, è che questo tipo di trattamento è comune a tanti vip del settore.

E l’ex allenatore della Nazionale, da questo punto di vista, non fa affatto alcuna eccezione. Combattere la calvizia, soprattutto per il genere maschile, è uno dei numerosi problemi che prima o poi si devono affrontare. Questa tendenza, ovviamente, non riguarda tutti quanti gli uomini, ma soltanto una piccola parte di essi.

La perdita di capelli di Antonio Conte rischiava di renderlo pelato, ma l’intervento menzionato anche da molti siti autentici del settore sembra aver finalmente dato tutti i frutti sperati. La differenza, a livello di cuoio capelluto, non si nota poi così tanto. Il risultato ovviamente non è naturale, ma esteticamente cambia davvero poco.

Antonio Conte chi è

Antonio Conte, protagonista assoluto di questo articolo, è un allenatore di calcio ed ex giocatore di calcio. In carriera, l’allenatore pugliese ha avuto modo di vincere svariati titoli, sia a livello nazionale che a livello europeo. In un calcio mediamente più “coriaceo” e decisamente meno frenetico di quello odierno, l’ex scudetto nerazzurro si è sempre saputo distinguere in modo ottimale.

Di ruolo centrocampista, pare che il classe 1969 fosse un vero e proprio mastino di centrocampo, dotato di cuore, grinta e polmoni da vendere. Tre caratteristiche imprescindibili per chiunque, sia ieri che oggi soprattutto.

Ai tempi della Juventus, si può dire che Antonio Conte fosse praticamente pelato. Quando ha deciso di sottoporsi al fatidico trapianto di capelli, tuttavia, qualcosa in lui è cambiato. Sia a livello estetico che a livello caratteriale, l’uomo si è visto rinascere un’altra volta.

A livello mentale, certe pratiche sono sicuramente un incentivo vero e proprio a ritrovare sé stessi, con la giusta serenità e col sorriso sempre a portata di mano. Per così dire, ovviamente.

Nel prossimo paragrafo, entreremo nel vivo della questione parlando invece del trapianto di capelli come intervento a sé stante.

Trapianto di capelli cos’è

Il trapianto di capelli, a livello pratico, è una tecnica chirurgica che si basa fondamentalmente sulla trasposizione puramente artificiale dei capelli sulla testa di un individuo. Si procede per dei piccoli frammenti di pelle, per poi andare a comporre quello che sarà il risultato finale.

Senza alcun ombra di dubbio, questa pratica presenta un piccolo e insignificante calcolo di rischio, considerando che non è un intervento invasivo che potrebbe ledere o compromettere i tessuti circostanti.

E’ una pratica molto diffusa anche per questo, infatti. Non è pericolosa e può aiutare molti uomini (e non) a ritrovare finalmente la loro tanto amata serenità. Questo intervento, viene prediletto da coloro che soffrono di alopecia, quantomeno nelle sue forme più gravi e aggressive allo stesso tempo.

Il suo contrasto, avviene dunque grazie a questa pratica, la quale è utile se si vogliono ottenere determinati risultati tramite la chirurgia. La durata dell’intervento è piuttosto duratura, se viene presa singolarmente.

Si parla infatti di una durata massima di 4 ore, il che non è di certo un numero basso. Considerando inoltra la poca pazienza ad attendere, potrebbe sembrare anche più tempo del previsto, essendo impazienti di vedere il risultato finale.

Nel prossimo paragrafo, capiremo le motivazioni dietro questa scelta.

Trapianto capelli Conte

Il trapianto dei capelli effettuato da Conte, è stata una scelta molto sentita da parte del noto allenatore di calcio professionista. Nonché ex centrocampista, come detto qualche paragrafo sopra.

Le motivazioni dietro questa scelta, come detto da lui in prima persona, hanno una motivazione ovviamente anche estetica. Infatti, dopo essere stato praticamente quasi calvo, è subito ricorso a questa diffusa pratica.

I risultati sono ottimi, benché i meme a riguardo siano stati all’ordine del giorno sul web. Ma nulla di particolarmente ostico, ovviamente. Anzi, spesso è stato lui stesso a scherzarci sopra e farsi una risata.

Accettarsi e saper fare un po’ di sana autoironia, d’altronde, è una lode che verrà sempre apprezzata nella quotidianità.

Lascia un commento


Veglio vini