Altezza canestri minibasket: a quanto corrisponde?

Altezza canestri minibasket cifra esatta

L’altezza dei canestri di minibasket, è sempre stato un vero e proprio dubbio amletico per gli appassionati degli aspetti tecnici. Benché sia infatti considerato uno sport di nicchia, questa particolare variante del basket è comunque uno sport davvero seguito a livello generale.

Questo, anche per via di motivi legato allo scouting, considerando che molti grandi campioni della disciplina odierna prima passano da quel tipo di vivaio specifico. Infatti, così come per le giovanili nel mondo del calcio, anche il basket presenta delle trafile.

La trafila in questione, in questo caso, è proprio il minibasket. Essendo riservato perlopiù ai bambini, in una fascia che va dai 5 anni agli 11 anni di età, l’altezza dei canestri di minibasket è per forza di cose adattata alla loro tipica statura.

Statura che, per ovvie ragioni di crescita nonché di età, non potrà mai essere uguale a quella degli adulti. Alcuni atleti, in età adulta, arrivano anche a superare i 2 metri di altezza. E non si sa mai che a qualche bambino non possa succedere la stessa e identica cosa, ipoteticamente.

Per il momento, tuttavia, le regole sono queste. Una per una, ognuna di queste regole verranno dunque citate e analizzate nel seguente articolo.

Regole del minibasket

Le regole del minibasket, altezza dei canestri a parte, non segue chissà quali percorsi differenti rispetto alla disciplina principale. Benché alcuni gesti tipici siano vietati in quanto irripetibili, lo sport in sé non subisce alcuna variazione.

Lo sport in questione, non ha una formazione agonistica o di stampo professionale. Benché ci siano delle selezioni per poter fare il salto di qualità in età adolescenziale, questa disciplina sportiva nasce per puro impatto sociale verso il prossimo. Dunque, rimane del tutto fuori da ogni spirito di competizione.

Il regolamento, a differenza di altri sport simili, non viene imposto in alcuna maniera dal coach o allenatore in questione. Di fatti, lo si apprende giocando, a beneficio della pratica e dei continui miglioramenti che vengono fatti sul terreno di gioco.

Certo, probabilmente alcune partite sono ricche di azioni e di veri e propri momenti di agonismo, ma non sarebbe corretto definirla comunque una disciplina all’ultimo sangue, come si suol dire. Il tutto avviene in maniera molto tranquilla, con un solo ed unico scopo: assimilare le regole grazie alla pratica costante.

Un tratto sicuramente distintivo, che mira non solo alla disciplina, ma anche all’educazione e al rispetto verso il prossimo.

Storia del minibasket

Il minibasket, di per sé, ha una storia piuttosto recente. Soprattutto se viene confrontato con altri sport, per i quali il percorso di formazione affrontato ha avuto un iter decisamente più lungo del previsto.

Il minibasket, come lo conosciamo al giorno d’oggi, è stato inventato e reso noto nel 1950, dalla mente geniale del professor Jay Archer. Il docente di educazione fisica statunitense, ha dunque avuto la brillante idea di rendere il basket praticabile anche dai (e per) i bambini più piccoli.

Il suo approdo in Europa, essendo questo sport partito dunque dagli Stati Uniti, lo si deve solo ed esclusivamente grazie al pronto intervento della Spagna.

Il nome dell’artefice di questa trasposizione prolifica, è quello di Anselmo Lopez, ex giocatore e allenatore di basket spagnolo. Anche in Italia si ha una federazione apposita, la quale si occupa di tutte le pratiche che vanno sbrigate per migliorare e regolamentare questo sport giorno dopo giorno.

La federazione nostrana, inoltre, divide i praticanti di minibasket in categorie divise per fascia di età. L’ultima categoria, quella degli esordienti dunque, si ferma alla tenera età di 11 anni.

Come vedremo più avanti, questa categoria sancisce poi l’inizio della pratica del basket vero e proprio. Benché anche il minibasket si possa ritenere quantomeno molto vicino.

Altezza canestri minibasket qual è

Finalmente, siamo giunti alla conclusione. In questo paragrafo specifico, che tra l’altro è quello di chiusura di articolo, vedremo dunque a quanto corrisponde l’altezza esatta dei canestri di minibasket.

Il canestro in sé, come forma specifica è uguale e identico al basket tradizionale. Tuttavia, la sua altezza cambia per forza di cose. Ebbene, per tutte le categorie divise in fascia di età l’altezza esatta è di 2,60 metri.

Per gli esordienti, invece, l’altezza cambia leggermente. Si parla infatti di 3,05 metri. Questo, poiché gli esordienti hanno comunque una statura un po’ più elevata solitamente, considerando che il tempo limite per rientrare in questa categoria è di avere 11 anni di età.

Il canestro, non è comunque l’unica parte del basket che arriva a cambiare. Il pallone tradizionale, ha una misura 7. Nel minibasket, tuttavia, si usa comunque un’altra misura, che corrisponde alla 5.

Tuttavia, in alcune competizioni viene contemplato anche il relativo utilizzo del pallone a misura 4. Incentrato per i bambini più piccoli, il cambiamento seguente è sintomatico di un continuo aggiornamento della disciplina in questione.

Nel corso del tempo, seguiranno senza alcun dubbio altri aggiornamenti in merito alla questione.

Lascia un commento


Veglio vini