Cosa vedere a Sulmona e cosa fare

Cosa vedere a Sulmona e cosa fare


play Ascolta questo articolo

Se vi state chiedendo quale meta estiva scegliere per le vostre vacanze, beh, Sulmona potrebbe essere la scelta migliore per tanti aspetti. Le tante cose che si possono vedere a Sulmona, in effetti, rendono questo luogo come una vera e propria attrazione di rilievo.

Il mondo del turismo, soprattutto nel corso del periodo estivo, mette in mostra numerose peculiarità particolarmente vantaggiose. E rimanere indifferenti a tale prestigio, non è certamente una scelta saggia. Proprio alla luce di questo motivo ben preciso, esistono appunto delle scelte che bisogna compiere.

Ovvero, quelle di citare un luogo piuttosto che un altro. Non sarà sicuramente facile, vista la tanta varietà. Ma fare un tentativo è obbligatorio più che mai. Per il bene della cronaca e per il dovere dell’informazione. Ma soprattutto, per far sì che questi posti ricevano sempre più visite annuali.

L’Italia, è a tutti gli effetti un luogo nel quale il turismo è una vera e propria componente di rilievo. E dopo quel lungo periodo di stop iniziato nel 2020 e finito non poco tempo fa, riprendere sarà ancora più importante. Ma soprattutto, fare in modo che le tante lacune che si sono accumulate vengano di fatto risolte. Nel bene e nel male, visitare certi luoghi è quasi un dovere.

Cosa vedere a Sulmona

A Sulmona, come è facile intuire, ci sono tante cose molto interessanti da vedere. Una di queste, è sicuramente il luogo di Porta Napoli. Questo posto, infatti, è sostanzialmente un luogo la cui componente storica è davvero difficile da non notare affatto.

Infatti, si parla di un luogo che storicamente è sempre stato legato appunto alla storia dei sette portoni. Il centro della città di Sulmona, consentiva l’ingresso solamente al superamento di questi sette portoni. Probabilmente, per via di un meccanismo di difesa che ad oggi ha un valore puramente storico e monumentale.

Il collegamento con Napoli, è essenzialmente ciò che ha dato origine a questo nome. Infatti, questa è anche la “porta” più iconica in assoluto. Si tratta di una costruzione di tipo rettangolare, che si fa apprezzare dagli occhi più attenti per via della sua tipica conformazione simmetrica.

Dal punto di vista estetico, dunque, si può godere di un vero e proprio privilegio per la propria vista, questo infatti è un’enorme valore aggiunto se si considera il fatto che effettivamente non sono poi così tante le costruzioni che possono vantare una conformazione che si possa attribuire a questa tipologia.

Chiesa di Santa Maria della Tomba

La chiesa di Santa Maria della Tomba, è sicuramente un’altra grande attrazione che riguarda tutto ciò di cui si è parlato nelle righe sopra. Sostanzialmente, si tratta appunto di un luogo che ha un grande significato storico e religioso. Risale infatti al periodo del XIII-XIV secolo.

Alcune leggende, evidenziano come tale attrazione sia stata costruita sopra l’abitazione del noto poeta Ovidio. Ma questa, ovviamente, è una leggenda che in quanto tale non ha ancora trovato una conferma vera e propria che possa appunto attestare quanto detto.

Nel corso del tempo, stando a ciò che si legge in giro, la chiesa ha subito vari lavori di ristrutturazione abbastanza importanti. Tuttavia, queste ristrutturazioni non hanno affatto snaturato in alcun modo il suo percorso costante di bellezza e soprattutto di attrazione. Cosa che difatti i turisti, così come gli appartenenti a questo luogo, ancora oggi apprezzano.

Nonostante appunto, dal punto di vista artificiale siano stati fatti effettivamente vari lavori. Lavori che in ogni caso, sono comunque mirati ad una certa durata che appunto fa sì che questo vero e proprio patrimonio venga preservato anche nel corso del tempo.

Nel prossimo paragrafo, verrà citata un’altra grande attrazione.

Porta Sant’Antonio Abate a Sulmona

Porta Sant’Antonio Abate a Sulmona, è un’altra ottima attrazione che è sicuramente meritevole di essere vista. La sua bellezza, è infatti sotto gli occhi di tutti, ed è molto difficile che non venga notata. Si tratta infatti di un’altra porta della città, la quale a sua volta apre l’ingresso per il centro storico.

Nel prossimo paragrafo, ad ogni modo, si scenderà nei dettagli capendo meglio cosa si può fare a Sulmona. Contando ovviamente come dipenda sempre dal tipo di itinerario che si vuole affrontare. Ma in ogni caso, il divertimento e l’interesse non mancherà sicuramente.

Cosa fare a Sulmona

Tra le tante cose da fare che ci sono in un luogo simile, si può comunque dire come effettivamente la varietà non manchi affatto. Come è stato detto nel corso delle righe viste in precedenza nel corso dello scorso paragrafo, il tutto dipende fortemente dal tipo di itinerario che si vuole andare ad affrontare. Infatti, se si vuole attraversare un tipo di itinerario destinato ad un tipo di viaggio giovanile, si possono comunque trovare vari locali e varie attività che sono appunta perfetta per tutti i ragazzi e per tutte le ragazze.

Ovviamente, facendo sì che ci siano anche delle strutture di livello in grado di supportare il tutto. In ogni caso, si parla pur sempre di un tipo di itinerario che può andare bene anche per i turisti che sono in età avanzata e che sicuramente hanno delle ambizioni di divertimento e di passatempo decisamente diverse rispetto ad un pubblico molto più giovane di loro. Dunque, si tratta pur sempre di una meta che è in grado di offrire vari sbocchi di divertimento a seconda del tipo di viaggio che si vuole andare a fare.

Tutto sommato, si può comunque godere di una certa varietà di fondo.

Cosa mangiare

Per quanto concerne invece tutto quello che si può mangiare all’interno di un luogo simile, è bene fare delle precisazioni. La cucina del luogo, dal punto di vista culturale è fortemente legata alle tradizioni. Dunque, ci si deve ovviamente adeguare a quelle che sono le ricette dei prodotti locali.

In caso di mancate preferenze, in ogni caso ci si può informare prima. Anche e soprattutto sui tipi di intolleranze, che ci sono, al netto di qualsiasi tipo di cibo esistente. Ovviamente bisogna pur sempre tenere fede al fatto che, nel caso in cui un qualcosa non ci piaccia, non si è ovviamente obbligati a mangiarlo. Tuttavia, puntare sulla cucina locale è sicuramente dal punto di vista turistico uno dei modi migliori per potersi così avvicinare ad una determinata cultura.

Dunque, come nel caso del divertimento e delle cose che ci sono da fare in questo luogo, anche dal punto di vista culinario non ci si lamenta affatto, trovando così una vasta quantità di prodotti che si possono appunto distinguere per il loro gusto e per la loro spiccata povertà di ingredienti. Condizione che comunque riesce a comporre dei piatti ricchi e soddisfacenti allo stesso modo.