Sondaggi elettorali: la Lega guadagna, cala il Pd

Sondaggi elettorali: la Lega guadagna, cala il Pd

La Lega cresce, il Pd perde consensi. È l’esito dell’ultimo sondaggio politico condotto da Emg Acqua per Agorà, la trasmissione di Rai3. Le preferenze degli italiani indicano inoltre Giorgia Meloni come la leader più apprezzata.

Addentrandosi nei dettagli dei numeri il sondaggio dice che la Lega di Salvini è sempre in testa tra i partiti del nostro Parlamento, raccogliendo il 24,7% dei consensi, con una crescita dello 0,3% rispetto alla settimana precedente. In calo invece il Partito Democratico, che cede lo 0,4% e si attesta al 20%, con una distanza ormai evidente rispetto al Carroccio. Al terzo posto e sempre più saldamente troviamo Fratelli d’Italia: il partito di destra guidato dalla Meloni pur cedendo qualcosa si assesta al 16,2%. Prosegue invece l’erosione dei consensi nei confronti del Movimento 5 Stelle, che perde lo 0,3% e raggiunge il 13,7% sul dato nazionale.

A seguire tutti gli altri: Forza Italia che non interrompe la continua emorragia (-0,2%) e non va oltre il 7%. Piccola crescita (0,1%) invece per Italia Viva di Matteo Renzi (4,5%) che Azione di Carlo Calenda (3,7%). Per completare l’universo dell’ex centrosinistra unito in leggero calo troviamo Liberi e Uguali di Pietro Grasso (2,6%), mentre Europa Verde è il partito che cresce di più con la Lega e si assesta al 2,3%. In leggero aumento di consensi anche +Europa di Emma Bonini (2%) e Cambiamo di Giovanni Toti, che guadagnando lo 0,2% raggiunge l’1,2% delle preferenze in base al sondaggio di Emg Acqua.

I sondaggi elettorali per leader politici

Passando al gradimento individuale dei leader politici, come detto in testa c’è sempre Giorgia Meloni. La presidente di Fratelli d’Italia, pur il leggero calo, raccoglie il 40% dei consensi. Subito dietro (37%) stabile il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Risale invece Matteo Salvini, leader della Lega, che insidia il Premier al 36%, mentre non variano i consensi per il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia (35%) e quello dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini (32%), tra i leader più apprezzati. Entra in “classifica” Roberto Speranza, il ministro della Salute e segretario di Articolo Uno che raggiunge il 30% dei consensi. A seguire Silvio Berlusconi (27%), Nicola Zingaretti (26%), Giovanni Toti (24%) e Carlo Calenda (22%), mentre restano bassi in graduatoria il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio (19%) e Matteo Renzi (16%).