Nuovo dramma per Zaniolo: crociato sinistro rotto, domani l’operazione

Nuovo dramma per Zaniolo: crociato sinistro rotto, domani l’operazione

Una brutta notizia per la Roma e la Nazionale di calcio: come temuto Niccolò Zaniolo, infortunatosi lunedì in Olanda nella partita dell’Italia in Nations League, ha riportato la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. Ad annunciarlo sul suo profilo Instagram lo stesso giocatore, che cosi deve ricominciare una via crucis poco dopo essere rientrato dal medesimo infortunio ma al ginocchio destro. «Per le tantissime persone che mi stanno chiedendo come sto, stamattina ho svolto le visite di rito che hanno evidenziato la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro! Ringrazio tutti quanti sia tifosi della Roma che no per il supporto… tornerò presto!» scrive Zaniolo, atteso quindi probabilmente ad altri sei mesi di assenza dai campi.

Nel frattempo, attraverso un comunicato sul proprio sito internet, anche la Roma ha confermato diagnosi e spiegato che l’intervento avverrà domani a Roma. «Zaniolo è stato sottoposto a risonanza magnetica e visita specialistica con il professor Mariani a Villa Stuart, dopo l’infortunio riportato in Olanda-Italia di lunedì sera – si legge -. L’iniziale sospetto diagnostico è stato confermato: il calciatore ha riportato la lesione completa del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro e mercoledì verrà sottoposto a intervento chirurgico».

Un nuovo dramma calcistico dunque nella giovanissima carriera del talento romano (Zaniolo ha appena 21 anni), già però caratterizzata da due gravi infortuni. L’intervento e il recupero diventa quindi delicato, perché se abbondano i casi di ritorni al meglio della forma da situazioni simili (vedi Milik, l’attaccante polacco del Napoli per altro in trattativa proprio con la Roma), sono già iniziate le polemiche sui tempi e le modalità di recupero di Zaniolo, che in pratica s’è trovato a giocare in Nazionale con pochissimi minuti di calcio vero nelle gambe dopo il rientro dalla prima operazione.

La nuova proprietà americana della Roma (la società è stata da poco rilevata dalla famiglia Friedkin) ha comunque intenzione di sottoporre al talento un rinnovo di contratto importante (si parla di 3 milioni di euro più bonus), dimostrandogli appoggio e fiducia.


Veglio vini