Non aprite quella porta: storia vera dietro il film

Non aprite quella porta: storia vera dietro il film


play Ascolta questo articolo

Non aprite quella porta, è molto probabilmente uno dei film più famosi di tutto quel periodo di riferimento in cui è uscito. Dunque, molto tempo fa. La sola e unica cosa che si può dire riguardo a questo capolavoro, è che con molta probabilità ha scritto un genere che ancora oggi effettivamente è piuttosto noto.

Si parla infatti di un genere che ad oggi ha quasi perso la sua natura. Nonostante questo, porta ancora il nome di un tipo di cinema comunque molto apprezzato. Ovvero, quello dei film horror. Il titolo di cui si andrà a parlare nel corso di questo articolo, è sicuramente il Vademecum di riferimento per poter strutturare un film dell’orrore come Dio comanda.

Oggi, dentro questa guida, scopriremo quali sono tutti i legami riguardanti la storia vera del film, che si chiama appunto “Non aprite quella porta”. Senza fare alcun tipo di spoiler. Nonostante sia comunque un cult visto e rivisto da un sacco di persone, non entreremo nei dettagli. Ma ci limiteremo solamente a raccontare quella che poi è la storia vera.

La trama e il film

Il film in questione, narra appunto di un genere che ancora oggi è piuttosto in voga, nonostante molti fan del settore rammentino come effettivamente non esistano più capolavori del genere. Ad ogni modo, quello che traspare da questo film, è sicuramente il fatto che anche a distanza di anni non sembra affatto aver perso la sua natura. Anzi, tutto il contrario.

È bene comunque ricordare che si parla di un film piuttosto vecchio, ma che ancora oggi, nonostante la sua data parecchio antica, è comunque un’ispirazione nei confronti di tutto ciò che poi è uscito in seguito. E i fan del genere lo sanno bene, cosi come tutti quelli che si definiscono appunto degli appassionati viscerali di questa tipologia di film. Ad ogni modo, seguiranno poi anche tanti altri dettagli. La trama, onde evitare spoiler, può comunque essere cercata in tutta tranquillità su Google.

Non aprite quella porta è una storia vera?

Il fatto che questo sia un film ispirato o meno ad una storia vera, non è un dettaglio facile da confermare. Questo, in quanto numerosi film horror agiscono sempre con lo stesso presupposto. Ovvero che appunto tutte le pellicole sono effettivamente ispirati a quella che è una storia vera. Cosa che di fatto non sempre è così.

Per esempio, facendo dei riferimenti che appunto sono un po’ più recenti nella storia del cinema, la maggior parte dei film usciti dicono che, appunto, le loro trame sono nate da fatti accaduti realmente. Ma in realtà questo è tutto da verificare. Quando si parla di fantasmi o comunque di presenze oscure, è sempre bene valutare come queste effettivamente potrebbero non esistere.

Naturalmente i fan, così come le persone che sono un po’ più suggestive, possono appunto essere in grado di crederci o comunque di valutare il fatto che esistano davvero. E nonostante siano libere di farlo, la realtà dei fatti è che comunque certi fenomeni non sono mai stati comprovati del tutto. Dunque, è bene fare affidamento solamente a ciò che esiste in maniera oggettiva.

The Texas Chainsaw Massacre storia vera

Il titolo descritto, mostra come effettivamente ci siano dei fatti che accaduti in Texas potrebbero avere richiamato all’attenzione di questo film. Naturalmente, questi sono dettagli che sono tutti quanti da approvare, dato che comunque non sono delle cose che sono facili da trovare su Google.

Questo, è infatti un mistero che aleggia da parecchio tempo a questa parte nel mondo del cinema. In quanto per qualche assurdo motivo è rimasto ancora oggi irrisolto, essendo per l’appunto molto difficile da risolvere di per sé. Ad ogni modo, cercando meglio su Google si può capire come andremo anche ad approfondire nel prossimo paragrafo, come effettivamente questa possa essere una storia vera, solamente in minima parte.

Questo, dato che non è totalmente ispirata da una storia vera ma solamente da tutta una serie di racconti che sono stati fatti e tratti da altre informazioni alla volta di natura secondaria. Insomma, chiunque può essere effettivamente libero di crederci, ma facendo comunque le dovute distinzioni, che sono appunto fondamentali per una visione più equilibrata.

Questo film, dunque, è liberamente tratto da tutta una serie di frammenti che a loro volta affondano le loro radici in un ambito oscuro e macabro al tempo stesso.

Il film Non aprite quella porta è una storia vera: solo una parte

Il fatto che questo film sia tratto da una storia vera o meno, è un dibattito che si porta avanti da parecchio tempo. Sul web le versioni che sono state pubblicate sono tante, e alcune recitano più o meno le stesse cose. Ovvero, che questo film è stato interamente tratto da alcune storie vere. Dunque, da fatti che sono in realtà realmente accaduti.

Ebbene, una delle versioni definitive che sembrano appunto combaciare con quella che poi è la realtà dei fatti che è accaduta sul serio, è che solamente una minima parte è tratta da una storia vera. Sostanzialmente, è infatti tutta una serie di frammenti narrativi che sono a loro volta tratti da delle vicende appartenenti appunto a dei serial killer.

E dunque si tratta di una ricostruzione totale di dei fatti che sono accaduti comunque in sede separata. Ovviamente bisogna pur sempre considerare che sebbene questa ricostruzione sia appunto basata su fatti reali, sono comunque state omesse tutta una serie di cose che sono appunto parte di indagini svolte dalla polizia. E questo, andrebbe inevitabilmente a costituire poi un atto illecito vero e proprio.

Oltre che ad una mossa decisamente di pessimo gusto, come è giusto che sia. In questo articolo, dunque, abbiamo potuto notare come ci si sia resi conto del fatto che molte cose non sono in realtà come appaiono. Con un certo sospetto, dunque, è bene pensare in maniera intensa a tutti quanti questi dettagli.