Le Frecce Tricolori omaggiano l’Italia, polemiche per gli assembramenti a Torino

Le Frecce Tricolori omaggiano l’Italia, polemiche per gli assembramenti a Torino

Ogni buona intenzione porta con s’è anche un lato oscuro. Tanto più adesso, nell’epoca del Coronavirus. È successo anche per le Frecce Tricolori e il loro giro d’Italia in 5 giorni che culminerà il 2 giugno con il passaggio sopra i Fori Imperiali di Roma per la Festa della Repubblica. L’intenzione era quella di rendere omaggio – dall’alto – alle vittime del Coronavirus, ma l’evento ha provocato anche tanti temuti assembramenti. Specie a Torino, dove la sindaca Chiara Appendino è sbottata («porterò questa situazione al tavolo di pubblica sicurezza») e il governatore regionale Alberto Cirio ha denunciato: «Così si mettono a rischio mesi di sacrifici».

La Pattuglia acrobatica nazionale è decollata lunedì da Rivolto, la sua sede vicino a Udine, e dopo aver volato su Trento, si è diretta verso Codogno, luogo simbolo dell’epidemia da Covid-19, toccando anche Milano, Torino e Aosta. Il tour delle Frecce per la Festa della Repubblica è proseguito martedì con Genova, Firenze, Perugia e L’Aquila, mercoledì con le isole (Cagliari e Palermo). Giovedì sarà la volta del Sud con Catanzaro, Bari, Potenza, Napoli, Campobasso, venerdì 29 Loreto (dove ha sede il santuario della Madonna protettrice dell’Arma Azzurra), Ancona, Bologna, Venezia e Trieste e martedì 2 giugno gran finale a Roma.

«La nostra bandiera è simbolo di unità. Le Frecce Tricolori la disegneranno ogni giorno nel cielo italiano, sorvolando tutte le regioni. Sarà un grande abbraccio agli italiani» ha twittato Lorenzo Guerini, il ministro della Difesa. Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha assistito all’esibizione delle Frecce dalle terrazze del Duomo. «Un messaggio positivo di fiducia ed unità» ha commentato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

Una folla clamorosa invece a Torino, con Piazza Vittorio e le pendici della Collina trasformate in stadio. Troppo per la sindaca Appendino, che ha ammirato la Pan dal balcone di Palazzo Civico. «Sono più che felice di complimentarmi con i torinesi e riconoscere l’impegno, loro e di noi come Istituzioni, quando le cose funzionano. Ma questo non è stato il caso. Porterò questa situazione al tavolo di pubblica sicurezza» il suo commento.


Veglio vini