La McLaren teme per il futuro della Formula 1: quattro team a rischio

La McLaren teme per il futuro della Formula 1: quattro team a rischio

La Formula 1 «in un momento fragile» a causa dell’emergenza Coronavirus e ha bisogno di grandi cambiamenti per sopravvivere. A lanciare l’allarme è l’amministratore delegato della McLaren, Zak Brown, in una intervista rilasciata alla Bbc. Quella che stiamo vivendo è una situazione «potenzialmente devastante per i team e di conseguenza per molte scuderie, qindi è una minaccia per la Formula 1 nel suo insieme» aggiunge Brown.

Un grido di allarme alla vigilia di una riunione, rigidamente in collegamento a distanza, tra tutte le scuderie per discutere i piani di riduzione dei costi nel Circus delle quattro ruote, stoppato per la pandemia alla vigilia del primo gran premio in Australia, quando furono trovati positivi al Covid-19 proprio alcuni membri della McLaren.

La Formula 1 «in un momento fragile» a causa dell’emergenza Coronavirus e ha bisogno di grandi cambiamenti per sopravvivere. A lanciare l’allarme è l’amministratore delegato della McLaren, Zak Brown, in una intervista rilasciata alla Bbc. Quella che stiamo vivendo è una situazione «potenzialmente devastante per i team e di conseguenza per molte scuderie, qindi è una minaccia per la Formula 1 nel suo insieme» aggiunge Brown.

Un grido di allarme alla vigilia di una riunione, rigidamente in collegamento a distanza, tra tutte le scuderie per discutere i piani di riduzione dei costi nel Circus delle quattro ruote, stoppato per la pandemia alla vigilia del primo gran premio in Australia, quando furono trovati positivi al Covid-19 proprio alcuni membri della McLaren.

Secondo la scuderia di Woking il limite di budget di 175 milioni di dollari che dovrebbe entrare in vigore nel 2021 andrebbe abbassato. «Potrebbero scomparire quattro squadre se questa situazione non viene gestita nel modo giusto» avverte Brown chiudendo l’intervista con l’emittente di stato britannica. Nel frattempo è stato già deciso il rinvio almeno al 2022 del nuovo regolamento, che prevedeva una rivoluzione (molto costosa) delle monoposto a partire dal prossimo anno.

Secondo la scuderia di Woking il limite di budget di 175 milioni di dollari che dovrebbe entrare in vigore nel 2021 andrebbe abbassato. «Potrebbero scomparire quattro squadre se questa situazione non viene gestita nel modo giusto» avverte Brown chiudendo l’intervista con l’emittente di stato britannica. Nel frattempo è stato già deciso il rinvio almeno al 2022 del nuovo regolamento, che prevedeva una rivoluzione (molto costosa) delle monoposto a partire dal prossimo anno.