Formula 1, l’uscita folle di Marko: «Verstappen, ammalati>

Formula 1, l’uscita folle di Marko: «Verstappen, ammalati data-src=

In questi tempi estremi dell’emergenza da Cornavirus ne stiamo vedendo e sentendo di tutti i colori, ma Helmut Marko ha scalato le classifiche della frase più infelice, per usare un eufemismo. Il capo operativo della Red Bull, il team anglo-austriaco di proprietà del magnate Mateschitz, intervistato dal quotidiano austriaco Kronen Zeitung ha svelato che il suo pilota top, il ventiduenne olandese Max Verstappen, ha la fobia da Covid-19 e indicato una soluzione: meglio che si ammali.

«Max mi ha detto al telefono che è terrorizzato dall’idea di essere infetto – ha affermato l’ultrasettantenne Marko, ex pilota e da anni manager della Red Bull -. La cosa migliore è che si contagi adesso. Alla sua età non è una persona a rischio e così in seguito sarebbe immune nel suo viaggio verso il titolo».

Certo, La Formula 1 è un grande business e si fa di tutto per vincere, ma arrivare ad augurarsi una malattia, per altro noncuranti del fatto che sta mietendo vittime in tutto il mondo, è davvero di cattivo gusto. D’altronde herr Marko è la stessa persona che alla vigilia del GP d’Australia, la gara inaugurale del campionato stoppata all’ultimo per la positività di alcuni membri della McLaren, aveva detto: «Il Coronavirus è una semplice influenza, non capisco tutto questo rumore». Già, non capisce.


Veglio vini