Coronavirus. Cambia anche il modo di allenarsi, ecco un guida

Coronavirus. Cambia anche il modo di allenarsi, ecco un guida

Palestre e piscine chiuse? Ecco come non fermarsi di fronte all’emergenza Coronavirus. Si chiama “Keep fit! Play at home”, ed è un progetto ideato e promosso dalla sede milanese del Csi, l’ente di promozione Centro Sportivo Italiano. Si tratta di proposte ed esercizi per allenarsi a casa grazie a video tutorial divertenti e coinvolgenti per bambini e ragazzi di tutte l’età, che in questo modo possono continuare a praticare attività sportiva nel rispetto delle normative che impongono l’impossibilità di accedere ai campi di gioco. Tutti gli esercizi posso essere fatti a casa, da soli o in compagnia dei familiari senza contatto fisico e con una base motoria e tecnica grazue all’uso di palloni, attrezzi di fantasia, acrobazie e soprattutto spirito di competizione, con se stessi o con un amico. I tutorial, visibili sul canale You Tube del CSI Milano nella Playlist dedicata, sono stati realizzati grazie all’idea di Daniele Tacchini in collaborazione dei ragazzi e degli allenatori della società sportiva di calcio Aurora Desio.

<Insieme a Daniele abbiamo messo in piedi un progetto che si sta rivelando una fantastica, positiva, contaminazione – sostiene Alessandro Crisafulli, direttore generale dell’Aurora Desio -. I video esercizi sono utili, coinvolgenti e innovativi, mischiando anche quiz e giochi matematici svolti col pallone. C’è poi un filone molto divertente con i palloncini>. è stata già avviata la produzione di esercizi specifici per i portieri e un’altra fatta da e per i ragazzi disabili. L’idea iniziale era di un progetto di solidarietà e formazione verso la Cina, ma si sta trasformando in un vero e proprio movimento open source utile anche a emergenza sanitaria finita, per stimolare e valorizzare il gioco reale dei bambini, anche a casa. <Molto meglio che stare incollati ai videogames> afferma Crisafulli.

Grazie al potenziale dei canali social e degli smartphone, il progetto “Keep fit! Play at home” permette anche di continuare ad essere squadra anche a distanza. Il rapporto mister-giocatore resta infatti vivo. Gli atleti, dopo essersi esercitati a casa, inviano il proprio video di allenamento. Basta fare un gruppo whatsapp per ogni squadra, finanche promuovendo un contest interno dedicato per mantenere quella sana competizione, l’anima dello sport.


Veglio vini