Christiania, come visitarla e cosa vedere

Christiania, come visitarla e cosa vedere


play Ascolta questo articolo

C’è chi la definisce cittadina indipendente, chi città libera e chi invece il quartiere hippie di Copenaghen. LaFreetown Christiania è ad ogni modo una tappa quasi obbligata per chi decide di visitare le meraviglie della Danimarca.

Famosa per i suoi murales, la sua storia e soprattutto la circolazione libera della droghe leggere, è una vera e propria città dentro la città, più che un semplice quartiere, ed è aperta al turismo.

Ma attenzione alle sue regole rigide.

Cos’è Christiania?

Christiania è un quartiere di Copenaghen, in Danimarca.

Ad oggi più che un quartiere la si può definire una vera e propria cittadina autogestita, con le proprie regole e i propri permessi, indipendenti rispetto a quelli del governo locale.

Uno degli aspetti che sicuramente la rendono più famosa è la libera circolazione delle droghe leggere, acquistabili persino sulla via principale (Pusher Street), con molti negozi nei dintorni che vendono accessori per fumatori.

Nonostante questa concessione sulle droghe leggere all’interno del quartiere, Christiania rimane un luogo estremamente sicuro da girare, sia per i locali che per i turisti.

Complice anche la sua regolamentazione interna: chiunque è ben accetto nella comunità, anche solo in visita, purché rispetti la privacy altrui e non sia un pericolo per il prossimo.

All’ingresso del quartiere per questo motivo è possibile trovare un cartello con indicate le regole generali della comunità, che specificano ciò che è permesso fare e ciò che invece è vietato.

Tra i divieti troviamo i furti, il possesso di armi da fuoco, coltelli, fucili, la violenza, non si possono introdurre giubbotti antiproiettile, droghe pesanti, non si possono scattare fotografie ed è vietata la circolazione in auto o in moto.

Il sentimento di comunità è molto forte, per questo basta questo semplice elenco di regole, unito al rispetto reciproco, per rendere Christiania un luogo così caratteristico, un po’ fuori dai comuni schemi moderni, ma anche molto sicuro.

Un quartiere dalle impronte hippie, per l’appunto, che ritroviamo anche nei colori vivaci dei suoi murales e nelle inclinazioni accoglienti e creative dei suoi abitanti.

Abitare a Christiania però non è facile: stanze e case vengono affidate gratuitamente a chi si trasferisce lì, perciò restano occupate fino alla morte del proprietario e solo a quel punto può subentrare un nuovo inquilino.

Oltre alle immense liste di attesa che impediscono a molti di accedere al quartiere come nuovo membro della comunità, Christiania è una democrazia di consenso e i suoi abitanti perciò si riuniscono in assemblee in cui decidono, tra le varie cose, anche chi accettare come nuovo membro.

Il più delle volte è una scelta che va verso i più artistici e chi potrebbe portare benefici alla comunità.

Storia di Christiania

Christiania si trova in un quartiere di Copenaghen il cui nome è Christianshavn, e un tempo ospitava la parte militarizzata di Copenaghen.

La caserma di Bådsmandsstræde vantava numerosi edifici e magazzini, che dopo la seconda guerra mondiale vennero però abbandonati e non più controllati.

Nel 1971 gli abitanti dei quartieri vicini abbatterono la recinzione per occupare gli edifici abbandonati e crearono in questo modo Christiania, la città indipendente.

Gli abitanti di Christiania si sono occupati personalmente della rimessa a nuovo degli alloggi, della pulizia del luogo e hanno perciò in questo modo creato il senso di comunità e rispetto reciproco che caratterizza così tanto questo luogo nel cuore di Copenaghen.

Cosa vedere a Christiania

Christiania è un luogo ricco di negozi di artigianato, bar, luoghi di restauro e soprattutto centri di spettacolo spesso utilizzati dal comune di Copenaghen stesso per le sue iniziative culturali.

L’intrattenimento e gli eventi culturali serali sono molto frequenti e attirano un gran numero di turisti e giovani del posto.

Molto caratteristico è ilByens Lys, un cinema che offre la possibilità ogni martedì di assistere all’evento “Science & Cocktails” dove ricercatori scientifici mostrano al pubblico i risultati delle loro ricerche mentre questi si godono un drink.

Ma caratteristica più grande della città sono sicuramente le numerose opere di street art, ritrovabili sia dentro gli edifici che all’esterno.

Ci si può alloggiare?

Christiania è una località turistica molto gettonata, ma nonostante l’accoglienza della comunità questa non presenta alberghi o possibilità di alloggiare all’interno.

All’esterno delle porte della città però ci sono molte strutture alberghiere, alcune anche a 10/15 a piedi, e la cittadina è poi facilmente raggiungibile a piedi o con l’autobus.

Altre attrazioni vicine

Decidendo di raggiungere Christiania a piedi dalla stazione centrale si può avere l’opportunità di visitare anche Copenaghen, capitale della Danimarca e gettonata meta turistica.

Non molto distante dal parco divertimento di Tivoli, Copenaghen offre anche palazzi ed attrazioni uniche, come il Museo nazionale danese, il Museo Thorvaldsen, il Palazzo di Christiansborg, l’antica borsa valori (Børsen) e la Vor Frelsers Kirke (la chiesa barocca del Redentore).