Christiania, come visitarla e cosa vedere

Christiania, come visitarla e cosa vedere


play Ascolta questo articolo

Se si prende in considerazione l’idea di andare all’estero, Christiania potrebbe essere senza ombra di dubbio una scelta davvero buona. Quando si pianificano certi viaggi, bisogna comunque capire come effettivamente farsi largo in certe tematiche non sia facile.

Anzi, spesso e volentieri si tratta purtroppo di un campo minato vero e proprio. Campo che, per forza di cose, riesce a trovare spazio solamente nel parere di chi ha già visitato questi luoghi. Queste persone però, a loro volta, solitamente conoscono ben poco riguardo alcuni dettagli.

In alternativa, ci possono essere i tour operator. Ma in ogni caso, il loro parere potrebbe essere benissimo dettato dal fatto che sono dei professionisti. Dunque, devono ragionare in termini di vendita. E di conseguenza, alle volte potrebbero non rappresentare affatto una scelta che sia libera.

Per fortuna, alcune guide presenti sul web sono in grado di farsi spazio tra una serie di dettagli che non lasciano niente al caso. E così facendo, permettono alle persone di informarsi nella maniera corretta e più congeniale possibile. Tenendo ovviamente conto di tutti i migliori dettagli che esistano. Nonché di quelli più rilevanti.

Dunque, i lettori interessati al viaggio e alla meta citata, potranno sicuramente trarre un grave vantaggio dal consulto di queste parole.

Cos’è Christiania

Christiania, viene definito a ragion vedute il quartiere anarchico per eccellenza della città di Copenaghen. Proseguendo con la lettura di questo articolo di approfondimento, in effetti, non si farà chissà quanta fatica a capire perché sia anarchico. Questo luogo è sicuramente una vera e propria attrazione turistica per numerose persone.

Persone che, in un modo o nell’altro e per svariati motivi diversi tra loro, amano alla follia questi posti. Da numerosi blog del settore, questo luogo viene definito come “la città libera”. Dunque, si tratta di un posto che è possibile esplorare a lungo, e soprattutto senza mai annoiarsi.

Oltre alla classica e fisiologica euforia che si prova nel visitare posti sempre nuovi, certi luoghi non sono in grado di annoiare il turista per via delle tane cose belle e interessanti che ci sono da vedere. E questo, è un dato che si può considerare sicuramente oggettivo in tutto e per tutto.

La sua affascinante storia, come si avrà modo di vedere a breve, è in grado di emozionare in tutto e per tutto. A partire dal settore principale, passando poi per quelli che sono gli avvenimenti più curiosi. Si parla di emozione in senso puramente positivo, ovviamente.

Storia del quartiere hippie

Il quartiere hippie in questione, ha in realtà una storia ben precisa. La sua nascita, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, è piuttosto datata. Si parla infatti del 1971, nel momento preciso di cui un folto gruppo di hippie (fricchettoni, come vengono definiti in gergo) ha occupato appunto l’omonimo quartiere.

Così, sono nate tante di quelle attrazioni che poterle considerare tutte quante sarebbe fisicamente impossibile, con molta probabilità. La vita vissuta come comunità di persone, in quel posto si respira logicamente molto di più che da altre parti.

E questo, è un fattore che per molte persone è in grado di trasmettere un enorme cumulo di energie positive. Anche perché, in un certo senso, queste tematiche sono particolarmente affini al settore. Facendo sì che ovviamente ci siano molte persone diverse tra loro che coesistono insieme in maniera civile.

Il che potrebbe essere effettivamente un paradosso, dato che questo luogo viene appunto definito come un quartiere anarchico. Cosa che in realtà rappresenta molto bene. Nel prossimo paragrafo, ad ogni modo, verranno forniti ulteriori dettagli aggiuntivi che riguardano appunto questo tipo di elementi.

Facendo ovviamente riferimento ad un contesto di per sé molto particolare. Forse fin troppo, per certi versi.

Cosa vedere a Christiania

Le cose da vedere a Christiania, sono decisamente numerose. Un luogo simile che include a sé così tanta diversità sociale e attrattiva, fa ovviamente sì che ci siano numerose cose belle che si possono cogliere in maniera particolarmente evidente. Queste, sono infatti tutte delle sfaccettature che si possono cogliere nel momento esatto in cui ci si avvicina a questo luogo.

Naturalmente, nonostante sia una città che si definisce anarchica per definizione e soprattutto per antonomasia, ci sono comunque delle regole da rispettare. Questo, per far sì che si possa convivere come comunità in maniera tranquilla e soprattutto pacata.

Senza dunque incorrere in spiacevoli episodi che di fatto potrebbero andare contro questo principio. Le cose da vedere, dunque, sono tante e soprattutto molto diverse tra loro. Questo, dato che ci sono altrettante categorie di persone diverse tra loro.

Dagli anarchici passando poi per quelli che venivano definiti un tempo come fricchettoni, è normale che le attrazioni in questione siano numerose e ovviamente altrettanto variegate. Bisogna dunque andare a scegliere bene il tipo di itinerario che si vuole percorrere. E soprattutto, bisogna anche scegliere il tipo di modalità con il quale ci si vuole rivolgere ad un servizio dal genere.

Ci si può alloggiare?

Per il momento, non è chiaro se sia effettivamente possibile stabilirsi in pianta fissa all’interno di un insediamento del genere. Questo poiché, nonostante l’ambiente sia effettivamente particolarmente pacifico, bisogna pur sempre tenere conto del fatto che sia effettivamente un posto ben distante dall’ordinario.

E che dunque porta le persone ad agire di conseguenza. Naturalmente, ci si riferisce ad un posto simile con un’accezione puramente turistica, dato che le premesse non sono effettivamente così tanto invitanti. Ma questa, deve comunque essere una valutazione che bisogna fare con molta attenzione, poiché appunto le regole da seguire sono tante.

Nonostante si tratti pur sempre di un tipo di città anarchica, sicuramente l’ospitalità non manca, considerando il fatto che si tratta di un’attrazione turistica che riesce a farsi apprezzare da ogni tipo di turista. Dal visitatore occasionale, passando per quelli che sono effettivamente dei viaggiatori decisamente più esperti e navigati in questo tipo di contesti. 

Nel prossimo paragrafo, che tra l’altro sarà anche l’ultimo di questo articolo di approfondimento, scopriremo inoltre come è possibile visitare questo posto. La domanda in questione è fondamentale, poiché si tratta pur sempre di una città che effettivamente, per quanto turistica, non è poi così tanto tipica rispetto a quelle che sono le mete che si visitano di solito quando si percorrono questi itinerari

Altre attrazioni vicine

Nonostante questa attrazione sia davvero suggestiva, ci sono comunque altri luoghi da visitare. Più o meno vicini, ma comunque spettacolari in maniera uguale. Naturalmente, si tratta pur sempre di un tipo di meta diversa, e che sicuramente andrà a parare su dei gusti differenti. Christiania, ovviamente non figura in questa lista per forza di cose.

Copenaghen, è una città apertamente diversificata in tutto e per tutto. Dunque, è normale che sia perfettamente in grado di soddisfare le esigenze di ogni turista. E questo, in maniera del tutto naturale. Una via molto rappresentativa, è quella denominata “Pusher street”. Si tratta di una via colorata, e che dunque è molto emblematica per un nome del genere.

Poi, esiste anche una chiesa che su siti come Tripadvisor figura nel seguente modo: “Our Saviour’s Church“. Questa, è una figura davvero bella da visitare, e che viene conseguentemente consigliata non in maniera casuale certamente. C’è anche la meta di Nyhavn, che apre a sé anche la vista davanti ad un bellissimo lago.

Anche le gallerie d’arte sono una vera e propria attrazione. Attrazione che, benché sia fortemente di nicchia, viene comunque molto apprezzata da tutti quanti.